martedì 25 maggio 2010

Gnocchetti sardi

Come si può intuire dal nome stesso, gli gnocchetti sardi sono tipici della Sardegna. Sono noti anche come malloreddus, che tradotto dal dialetto sardo significa "vitellini". Difatti la loro forma ricorda nell'immaginario pastorale proprio un piccolo vitello... anche se a me ricordano di più delle code di porcellino :p



Ingredienti per 4 persone:

Per la pasta
• 400 gr farina di semola
• 200 gr circa acqua tiepida
• 1 pizzico di zafferano
• 1 pizzico di sale

Utensili
• chitarrina



Procedimento:

1. Miscelare la farina con il pizzico di sale, lo zafferano e formare una fontanella col buco in mezzo.

2. Aggiungere l'acqua poca per volta e impastare fino ad ottenere un panetto piuttosto duro.

4. Dividete l'impasto in 4 parti, conservarlo in un sacchetto di plastica e lasciare riposare per mezz'ora.

5. Prelevare un pezzo di pasta e modellarlo fino ad ottenere un serpentello avente il diametro pari a quello di una matita.

6. Tagliare il cilindro così ottenuto a tocchetti di circa 1 cm.




7. Mantendo la chitarrina in obliquo, posizionare un pezzetto di impasto sulla superficie rigata e farvi scorrere sopra il pollice esercitando una forte pressione, come se si volesse spalmare la pasta.








8. Staccare delicatamente ciascun gnocchetto dalla chitarrina e disporli ordinatamente su un vassoio infarinato senza farli toccare tra di loro.

35 commenti:

  1. Non ho mai provato a farli,ma li ho sempre comprati,ho anche l'attrezino mi hai fatto venire una voglia......

    RispondiElimina
  2. Che figata quell'attrezzo per fare le caratteristiche righe... Son troppo buoni.... li ho mangiati poco tempo fa proprio ad un ristorante sardo...:-)))) Tu sei stata bravissima.. son venuti perfetti!!! smackkk smackkkkk

    RispondiElimina
  3. Non ci posso credere, hai fatto anche i malloreddus in casa?!Gioria, istituisci un corso di pasta ti prego!

    RispondiElimina
  4. ho passato tantissimi anni in vacanza in Sardegna e sono innamorata della cucina sarda e dei prodotti locali.
    sai che ti dico? mi hanno regalato il rigagnocchi e allora li provo!!!
    un bacione! :*

    RispondiElimina
  5. Ma che brava sei!!!!!!! E grazie per l'accurata spiegazione!

    RispondiElimina
  6. Ciao Giorgia, ti faccio i miei complimenti perché questi gnocchetti sono veramente bellissimi.

    RispondiElimina
  7. complimenti sei bravissima!!! straordinari!

    RispondiElimina
  8. Bravissima, che manualità!Sono un capolavoro.E' stupendo vedere come la cucina tradizionale sia tramandata da una generazione all'altra .Complimenti anche per le foto molto esplicative anche se io non so se ne sarei capace!Buona serata

    RispondiElimina
  9. mamma mia che belli questi gnocchetti...me li immagino in un boccone!

    RispondiElimina
  10. Ti sono venuti davvero bene! Bravissimaaa!
    A presto
    Gialla

    RispondiElimina
  11. Hai anche la chitarrina!!! Io ho usato il dorso di una forchetta! Ma dimmi un pò, con cosa li hai conditi?
    Sei sempre straordinaria!

    RispondiElimina
  12. Bravissima! Sono perfetti!
    A presto...con il sughetto! :D
    Un abbraccio Arianna

    RispondiElimina
  13. Giorgia che sfizio queste codine di porcellino ;D!!Io li ho fatti borchiati ;D Cioè ho usato la grattugina del formaggio, visto che mi manca la chitarrina.. Ma non i malloreddus, ho fatto gli gnocchi con patate.. Prossimamente sui miei schermi ;D.. Un bacio e come sempre bravissimaaaaaa! Buona giornata!

    RispondiElimina
  14. La chitarrina è come il rigagnocchi?
    Io adoro gli gnocchetti sardi, di solito li faccio salsiccia e zafferano, un vero piacere per il palato!

    RispondiElimina
  15. Si Giorgiè.. tu hai ragione.. perchè non usare la margarina???? eh.. perchè???.. non mi piace proprio!!!! :-) ehehehehehee

    RispondiElimina
  16. Ciao Giorgia.. che spettacolo... davvero bellissimi...

    RispondiElimina
  17. Bravissima sono stupendamente perfettiiiiii!!!
    ciao ciao

    RispondiElimina
  18. sei una maga! sono perfetti!

    RispondiElimina
  19. perfetti, sono perfetti!! che altro?? brava!!

    RispondiElimina
  20. che buoni!!!sei davvero brava...guardo sempre con molta ammirazione che riesce a creare della pasta fatta in casa...sarà che io sono negata???bacioni imma

    RispondiElimina
  21. Che brava che sei!mi piacciono gli gnocchetti, li ho comprati ieri..comprati, appunto!non credevo si potessero fare a mano, e pensare che ho anche quello strumento di legno, come te!Devo provarci!
    Bravissimaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  22. Complimenti sei bravissima, dopo la tua dettagliata spiegazione voglio provarci anch'io. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  23. Vittellini?? ahhh i tuoi sembrano proprio degli animali che carini!
    bravissimaaaa
    vale

    RispondiElimina
  24. anzi un gregge di pecorelle :D

    RispondiElimina
  25. Ciao complimentoni per il blog e le ricette!!...sono davvero ottime!!...anche io da qualche mesetto ho aperto un blog (www.spadelliamo.blogspot.com)ed essendo una giovane cuoca...mi farebbe molto piacere leggere i tuoi commentini e che tu facessi parte dei miei sostenitori...per darmi qualche dritta :O) un ringraziamento in anticipo!!ti aspetto...smakkkkkkkkkk!! :O) e buona giornata!!

    RispondiElimina
  26. Che bel blog che hai e soprattutto che belle ricette che fai...
    Ciao, Gloria

    RispondiElimina
  27. grazie a tutti per essere venuti a trovarmi :)
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  28. mi hai fatto venire voglia di farli!:D

    RispondiElimina
  29. Sei a dir poco bravissima!! Ma dove la trovo la chitarrina? La cerco da settimane :-(
    Piacerebbe tanto farli anche a me...

    RispondiElimina
  30. wow...adesso devo provare a farli! Intanto qui c'è una bella ricetta per un sugo http://www.unaperaalgiorno.com/2010/07/gnocchetti-sardi-fortunati.html

    RispondiElimina
  31. Non ho mai assaggiato i gnocchetti sardi..e a settembre per vacanza..me li mangerò tutti i giorni e penso che me li porterò sempre dentro!!Sò fare la pasta fatta in casa ma quella marchigiana..ma devo comprare l utensile chitarrina..spero di trovarlo,però ho letto ke si può fare con la grattugia del formaggio!! complimenti per la spiegazione..facile e veloce.. spero di riuscirci.. un abbraccio veronica

    RispondiElimina
  32. ciao, per semola intendi la farina di grano duro? grazie

    RispondiElimina
  33. a me dopo 10 minuti di cottura erano ancora duri.Cosa ho fatto di sbagliato?

    RispondiElimina
  34. Gnocchetti sardi che cosa buona :) Abito all'estero e li compro sempre online :) Ora mi hai fatto venire una voglia di farli... penso che ci proverò :)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails

Licenza

Creative Commons License
I contenuti di questo blog sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons.

Se riproduci i contenuti (testi e immagini) di questo blog devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza e in modo tale da non suggerire che essi avallino te o il modo in cui tu usi l'opera.

Non puoi usare i contenuti (testi e immagini) di questo blog per fini commerciali.

Non puoi alterare o trasformare i contenuti (testi e immagini) di questo blog, ne' usarli per creare altre opere.

statistiche